venerdì 13 novembre 2015

I casi di Agenzia Italiana Investigazioni


Casi risolti: l'amante prostituta
Uno dei tanti casi è il seguente: "sono in Agenzia a Roma Eur, ricevo su appuntamentouna signora distinta, mogli di un imprenditore edile, ricco e un pò rude". Si siede ed è molto triste, il viso smunto, occhi stanchi, le chiedo se vuole un caffè, mi dice di no e arriva al dunque:<mio marito credo abbia un'amante, rientra tardi, sempre nervoso e spesso ha la camicia macchiata di rosa, sicuramente rossetto. Non accetta nessun tipo di dialogo e dice che ha problemi di lavoro e per ora non vuole parlare di nulla perchè deve concentrarsi sul lavoro. Vi chiedo di scoprire se ha un'amante,oppure quale problema lo assilla." Gli chiedo tutte le informazioni utili per seguire il marito, la firma del mandato. Senza batter ciglio firma il mandato e poi firma un assegno come acconto. Inizio personalmente le indagini, sono incuriosito da questo signore definito un pò rude. Mi informo su tutti i sui spostamenti e lo incrocio in un circolo riservatissimo di Roma. Non lo avevo mai notato. Inizia il pedinamento. La prima sera lo vediamo arrivare a piazza Fiume, arrivare a via Tagliamento, citofonare ed entrare in un palazzo. Mi avvicino al citofono ma nulla. Dopo l'una di notte lo vedo uscire, salire sul tuareg e andare via! Non ho prove certe, ma sicuramente ha un'amante. La sera dopo di nuovo alle 21 a via Tagliamento, citofona e dopo qualche minuto scende una bellissima donna bionda, alta, curve mozzafiato, sembra una modella. Li seguo e si recano in un ristorante del centro. Mi siedo ad un tavolo vicino e ascolto la conversazione. La donna si chiama Diana ed è russa, Lui gli dice:<amore non hai bisogno di fare quello che fai, ti mantendo io!>, lei stizzita risponde:<quando lascerai tua moglie allora io smetterò di incontrare altri uomini>! Capisco subito che è una escort di "alto bordo", lui si è invaghito, forse è innamorato. Li sento litigare e alzare la voce, lei gli dice:<basta con le bugie, mi hai fatto abortire. Hai detto tante volte che avresti lasciato tua moglie e non lo hai fatto>. Intanto registro tutto e riesco a scattare qualche foto. Mi reco dal mio amico commissario di zona e gli mostro la foto della "dea russa". Il commissario mi dice:<guarda che fa la prostituta di alto bordo, la frequentano giornalisti, politici ai massimi livelli, attori calciatori e generali>. Lo ringrazio. ora il quadro è chiaro, nitido e ben definito. Il rozzo imprenditore si è invaghito di una escort e vorrebbe lasciare la moglie. Aspetto ad incontrare la moglie e durante un appostamento si lasciano andare ad un "attacco di passione in macchina". Scatto le foto e il mio collaboratore riprende con una telecamera ad infrarossi la scena. Ora posso incontrare la moglie e relazionarla, prima però voglio capire se la "dea del sesso" ha convinto il "rude amante" a lasciare la moglie. Fisso un appuntamento come fossi un cliente, prima avverto il mio amico commissario. La incontro,mi riceve in un mini-appartamentino con luci soffuse e petali di rosa per terra all'ingresso del piccolo corridoio con lumini di cera di vari colori. E' uno spettacolo, lei indossa una camicetta sbottonata e una minigonna da sballo. Capisco perchè il "rude imprenditore" ha perso la testa! Ha una voce dolce, romantica, sofisticata e semplice, accompagnata con un sottofondo di musica francese molto sensuale. Mi offre da bere e mi fa sedere. Gli dico che non sono li per "i suoi servizi", ma sapere se ha intenzione di continuare la storia con "il rozzo imprenditore". Gli dico che sono stato incaìricato dalla moglie. Mi risponde che non ha nessuna intenzione di mettersi con "il tizio" perchè oltre a fare sesso, spesso per spiccicare due parole ci vuole il vocabolario. Inoltre mi dice di dire alla moglie che non lo vedrà più. Vado via. Incontro la cliente il mattino dopo e gli racconto tutto. Si rasserena e mi dice:<be se è una prostituta non è un problema, pensavo qualcosa di peggiore>. Ci chiede di seguire il marito ancora e salda tutto. Seguiamo il marito e per oltre quindici giorni si presenta a via Tagliamento, ma la "dea bionda" non gli apre. Il commissario mi conferma che ha lasciato l'appartamentino e nessuno è riuscito più a rintracciarla!